Cerca

Finalità

La finalità del Comitato è quella di affermare la rilevanza dello sport (di tutte le attività sportive) inteso come valido contesto e strumento di prevenzione del disagio adolescenziale e giovanile e dell’uso di droghe.

Infatti, la possibilità di praticare uno sport è per adolescenti e giovani (ma, anche per adulti) una forma di impegno sia fisico che mentale che può funzionare come “fattore di protezione”, avverso quei “fattori di rischio” che accompagnano il disagio psichico e sociale e che rendono possibile il ricorso alle sostanze. Lo sport è da sempre considerato un eccellente veicolo per migliorare la salute sia fisica che psicologica. L’impegno che deriva da un corretto agonismo, dallo sforzo per migliorare i propri limiti, dall’esigenza di rispondere alle sollecitazioni del contesto circostante, dalle regole, dalle sfide individuali e collettive, è considerato un elemento di grande valore sia dal punto di vista educativo generale, sia nella costruzione di caratteri e personalità equilibrate e positive

Chi si affaccia allo sport, chi lo pratica nelle sue differenti forme trova in continuazione spunti per divertirsi, per impegnarsi, per migliorarsi

In quasi venti anni di attività, il Comitato ha attivato una serie di azioni nel terreno di sua competenza, tra cui,

  • la sensibilizzazione delle Istituzioni competenti (a tutti i livelli: internazionale, nazionale, regionale e locale) sull’importanza di favorire lo sport come prevenzione
  • l’attivazione ed il supporto di una serie di progetti che hanno valorizzato lo sport e le attività sportive come contributo rilevante alla prevenzione dell’uso di droghe
  • la redazione e la pubblicazione di libri e manuali sul tema dello sport come prevenzione
  • la divulgazione del messaggio fondante l’esistenza stessa del Comitato in conferenze, incontri, trasmissioni radiofoniche e televisive
  • l’approfondimento delle basi scientifiche della portata preventiva dello sport verso il disagio e le droghe, attraverso discussioni, pubblicazioni e valutazioni
  • fanno parte del Comitato (a titolo di completo volontariato, essendo l’Associazione senza scopo di lucro) sportivi famosi, rappresentanti istituzionali, professionisti e ricercatori nel campo delle prevenzioni e delle droghe, dirigenti sportivi e di altre realtà associative.
  • la collaborazione con ONG ed altre realtà associative per rafforzare il messaggio e le finalità del Comitato

Il Comitato Italiano Sport contro Droga è stato riconosciuto dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano come Associazione Benemerita e le sue attività ed i suoi progetti hanno sempre dal CONI il massimo del supporto e del sostegno.